Mindfulness Experiential/Professional Training

Mindfulness Experiential/Professional Training di primo livello

 XI edizione – ottobre 2017/settembre 2018

 

Mindfulness:

Il significato della parola Mindfulness si riferisce ad uno stato mentale che ha a che fare con particolari qualità dell’attenzione e della consapevolezza. Stato mentale come piena presenza – mente e corpo uniti nel qui ed ora –  che scaturisce dalla capacità di portare intenzionalmente l’attenzione non giudicante ai fenomeni interni ed esterni che sorgono di momento in momento.

Questa capacità, poco allenata ma potenzialmente presente in ciascuno di noi può essere coltivata e sviluppata in maniera sistematica grazie a specifiche pratiche importate da antiche tradizioni meditative.
Numerosi studi e ricerche sulle funzionalità cerebrali (fMRI) svolti da neuroscenziati quali R.Davidson, F.Varela e altri, hanno riconosciuto alla Mindfulness la capacità di promuovere le funzioni integrative della corteccia prefrontale, che sono implicate in processi di regolazione corporea, di sintonia interpersonale, di stabilità emotiva, di flessibilità di risposta, di conoscenza di sè.

Attraverso programmi e training di mindfulness (anche adattati al target di riferimento) é possibile imparare a migliorare la propria capacità di regolare le emozioni; ad incontrare gli altri in maniera più empatica e meno giudicante; a rafforzare l’intero equilibrio psico-fisico con positive conseguenze sul sistema immunitario; a sviluppare una maggiore fiducia verso le proprie capacità.

L’autoregolazione dell’attenzione e l’apertura all’esperienza in corso, permettono inoltre di entrare in contatto con gli stati e gli eventi mentali che si sviluppano sempre più in tempo reale, con grandi potenzialità trasformative e accresciute capacità di gestire la proliferazione mentale e gli stati emotivi disfunzionali.

Campi di applicazione

In ambito clinico: Il programma MBSR ( Mindfulness Based Stress Reduction), sviluppato dal prof. Jon Kabat-Zinn e coll. all’Università di Boston negli anni ’80 (e successivamente applicato in centinaia di ospedali negli States ed in Europa), si é rivelato utile nella gestione di patologie quali: cancro, aids, problemi cardiaci, dolori cronici oltre che nei disturbi con componente psicosomatica, come ad esempio: ipertensione, colite, asma, psoriasi, disturbi del sonno, difficoltà di memoria e concentrazione, stress. Successivamente, é stato applicato ai disturbi psicosomatici, psichiatrici, d’ansia (attacchi di panico, disturbi ossessivi) alimentari e dell’umore, con l’MBCT (Mindfulness Based Cognitive Therapy) ha dimostrato la sua efficacia anche nel trattamento della prevenzione delle ricadute depressive e con la DBT (Terapia Dialettico-Comportamentale) nei pazienti borderline. Negli ultimi dieci anni la “Mindfulness”, grazie alle sue potenzialità di applicazione, é stata inserita in progetti di intervento psicosociale, in programmi di intervento nelle carceri, nelle scuole al fine di affrontare molte delle problematiche legate alla gestione dello stress, alla comunicazione efficace ed alla riabilitazione comportamentale.

In campo aziendale: per trovare il giusto equilibrio tra aspirazioni e realizzazione, tra il bisogno di certezze e la necessitò di accogliere le innovazioni e il rischio, tra la vita privata e quella professionale. Le pratiche di mindfulness permettono (soprattutto a chi svolge ruoli dirigenziali) di dare fiducia attraverso un’apertura all’ascolto e al dialogo, creando condizioni adatte ad uno scambio sinergico e allo sviluppo di abilità creative, (rispetto al condizionamento da modelli mentali stereotipati o a risposte automatiche), tenendo sempre presente però, grazie ad una accresciuta capacità di focalizzazione attenzionale, ogni dato che proviene dal contesto della propria realtà professionale.

In ambito scolastico: per insegnare ad avvicinarsi all’esperienza con mente aperta e non condizionata, in grado di osservare e accogliere ciò che si presenta. L’apprendimento mindful, comporta la coltivazione di uno stato di coscienza caratterizzato da apertura, attenzione alla distinzione, sensibilità ai vari contesti, consapevolezza della molteplicità di prospettive, e di riorientamento nel presente.

Diventare Insegnanti Mindfulness e protocollo MBSR non significa solo acquisire competenze pratiche e teoriche, ma soprattutto iniziare un percorso che condurrà a realizzare in prima persona lo stato mentale mindful. Raccontano che alcuni terapeuti di chiara fama, andarono da Jon Kabat Zinn per partecipare ad un protocollo MBSR ed applicarlo poi ai loro pazienti. Quando pero? tornarono nei loro contesti e cercarono di applicare gli stessi step che avevano imparato non ottennero, per i loro pazienti, i benefici che riusciva ad ottenere al CFM. Fu chiaro che essi stavano applicando qualcosa che avevano compreso solo in via teorica e che non avevano realizzato in prima persona.

Il training non costituisce abilitazione alla psicoterapia e l’applicazione dei protocolli in ambito psicopatologico è riservata a psichiatri e psicoterapeuti. Il Mindfulness Experiential Training di primo livello (nella sua qualità di corso base, primo step nella formazione insegnanti mindfulness) non fornisce strumenti conoscitivi e di intervento riservati esclusivamente alla professione di psicologo nell’osservanza dell’articolo 21 del Codice Deontologico degli psicologi.

L’attestato di Insegnante Mindfulness e Protocollo MBSR di primo livello verrà rilasciato soltanto a coloro che avranno portato a termine il corso con impegno, frequenza e profitto (con frequenza di almeno l’80 per cento delle lezioni e previo superamento dell’esame orale ed elaborato scritto finale)

Programma Mindfulness Experiential/Professional Training 

“Insegnante Mindfulness e programma MBSR di primo livello”

Primo obiettivo imprescindibile del Mindfulness Experiential/Professional Training è di “trasformare” in senso Mindful, la mente dei partecipanti per aiutarli a sviluppare una consapevolezza in prima persona, intuitiva e non concettuale, che permette l’incontrare l’esperienza senza i filtri ed i condizionamenti mentali. Questo richiede motivazione, tempo, impegno, fiducia, e quello “sforzo gioioso” che sostenga e ripaghi durante il percorso.

Un secondo obiettivo, strettamente connesso col primo è quello di qualificare i professionisti della salute psico-fisica, dell’educazione, della formazione e dello sport, del mondo aziendale nell’ applicazione del protocollo Mindfulness Based Stress Reduction e delle potenzialità della Mindfulness (attraverso le pratiche di consapevolezza), nel proprio specifico setting di intervento.

A chi é rivolto:

Professionisti che operano nel campo:

della salute psico-fisica: medici, infermieri, psicologi e psicoterapeuti, psichiatri, fisioterapisti;

dell’educazione, della formazione e dello sport: insegnanti, pedagogisti, counselor e coach sportivi, filosofi;

del mondo aziendale e del management: responsabili risorse umane, manager, coach aziendali,

del mondo istituzionale: mediatori familiari, educatori di comunità ecc.

E’ rivolto inoltre a tutti coloro che desiderano approfondire la materia e acquisire strumenti per il benessere fisico e mentale personale e relazionale.

Quota di partecipazione:

Euro 2800 + IVA per iscrizioni entro il 30 giugno 2017

Euro 3000 + IVA per iscrizioni oltre il 30 giugno 2017

500 euro + IVA dovranno essere versate  come quota iscrizione al training. Il resto durante il primo week end del corso.

Rateizzazione quota:

E’ possibile su richiesta una rateizzazione mensile della restante quota di partecipazione in cinque rate mensili di 500 euro ciascuna. La rateizzazione non consente, in caso di rinuncia a corso iniziato, la sospensione del pagamento delle rate rimanenti.

Per disdette entro il 30 agosto verrà restituita l’intera quota, dopo tale data e fino alla fine di settembre verrà restituita il 50% della quota versata. Oltre tale la quota di prenotazione non verrà restituita.

Direttore scientifico del Training: Dott.ssa Loredana Vistarini

Per maggiori informazioni sul programma, le date e i docenti scarica la locandina

Locandina Mindfulness Experiential Training 2017:2018

Per iscriverti clicca qui