La Mindfulness e Alimentazione

Eating Awareness Training (MB-EAT)

Training di Mindfulness per una Relazione Consapevole con il Cibo

Il training, sviluppato da Jean Kristeller e sostenuto da molti studi di efficacia, si rivolge a coloro che hanno problemi di alimentazione corretta, abitudini alimentari disordinate, soffrono di compulsione all’eccesso di cibo, difficoltà di regolarsi nel mangiare e comunque hanno una relazione difficile e disfunzionale con il cibo.

Succede a tutti noi di mangiare a volte in modo automatico, senza quasi renderci conto di quanto e di cosa stiamo mangiando. E di come lo stiamo facendo. Frettolosamente, chiacchierando con gli amici, a volte addirittura litigando. Oppure semplicemente leggendo qualcosa che ci interessa o guardando la televisione. Quasi sempre comunque prestando molto poca attenzione all’esperienza che stiamo vivendo in relazione cibo.

Ancor di più. Succede a volte che non sappiamo neanche perché stiamo mangiando. Se per necessità del nostro corpo, per abitudine, per gestire lo stress o emozioni difficili, per noia o altro.

Così come può anche accadere che mente e corpo si separino sempre di più e allora mangiare può diventare una azione compulsiva, al di fuori del nostro controllo, obbligata, che trasforma i nostri pasti in un campo di battaglia, tra il bisogno assoluto di divorare cibo in continuazione e quello di evitarlo.

La consapevolezza aiuta a collegare la mente e il corpo, a rallentare per un momento, in contatto con noi stessi, e passare da una indiscriminata azione reattiva e compulsiva ad una azione che sia in sintonia con i nostri bisogni di quel momento particolare.

La consapevolezza può contribuire a portare equilibrio in ogni aspetto dell’esperienza del mangiare. Si tratta di coltivare una combinazione di “saggezza interiore” (consapevolezza di come il nostro corpo e la mente stanno rispondendo), e “la saggezza esteriore” (poterci concedere il cibo “giusto” per soddisfare le nostre esigenze e preferenze personali). 

Mangiare in modo consapevole comporta l’entrare in sintonia con i nostri naturali segnali fisici di fame e sazietà.  Significa poter veramente fare l’esperienza del sapore del cibo, e comprendere quando ne abbiamo abbastanza. 

Significa soprattutto comprendere se mangiamo per fame o per altri bisogni e imparare a dare a ciascun bisogno fisico, psicologico o emotivo la corretta risposta.

In definitiva essere consapevoli, quando mangiamo, è semplicemente un modo potente di metterci in relazione con l’esperienza del corpo e della mente ci nutriamo e con la gioia che da questa esperienza deriva. Per poi poter dedicare, sostenuti dall’energia che una nutrizione corretta ci offre, la nostra attenzione alle tante altre esperienze che la nostra vita ci offre momento dopo momento.

Guarda la videoregistrazione della presentazione del percorso MB EAT 

Gli appuntamenti:

This post was written by Bianca Pescatori

2 pensieri su “La Mindfulness e Alimentazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *