MBSR ON LINE

La formazione online interessa sempre più persone.

E oggi può essere utilizzata anche per ridurre lo stress con il protocollo MBSR.

 

La Mindfulness si conferma, giorno dopo giorno, come un fenomeno in continua crescita che interessa le persone più diverse e le aiuta a contrastare stress, ansia, mancanza di energia, disagi psicologici.

Studi e ricerche scientifiche testimoniano l’efficacia della mindfulness che da qualche tempo coinvolge con successo, in Italia, anche atenei, aziende, realtà sanitarie

Per dare a tutti l’opportunità di frequentare il protocollo MBSR (che significa Mindfulness Based Stress Reduction) il Centro Italiano Studi Mindfulness propone il corso anche via webinar e quindi frequentabile comodamente da casa, attraverso un pc o un tablet collegati a internet.

Il webinar MBSR, condotto da Bianca Pescatori,  psocoterapeuta, istruttore e vicepresidente del Centro Italiano Studi Mindfulness, nasce per soddisfare le esigenze di quanti non possono frequentare i corsi “in presenza”, ma desiderano comunque migliorare il proprio benessere, fisico e psichico, con la dolce forza della mindfulness.

Dal 2006 il Centro Italiano Studi Mindfulness propone il Programma di Riduzione dello Stress in contesti ospedalieri, universitari, aziendali e presso la propria sede a centinaia di persone.

Il Centro, uno tra i primi in Italia ad operare nell’ambito della Mindfulness, si ispira alla ricerca e ai lavori di Jon Kabat Zinn e dei suoi collaboratori ed è in costante contatto con il Center for Mindfulness dell’Università di Worcester – Boston, seguendone le linee guida per l’applicazione dei protocolli d’intervento basati sulla Mindfulness.

Webinar MBSR. Corso online per la riduzione dello stress 

Gli interventi “Mindfulness Based” che il webinar propone sono interventi clinici e psico-sociali, validati dalla letteratura di ricerca, che integrano pratiche di consapevolezza con aspetti scientifici e psicoeducazionali.

ll protocollo mindfulness based stress reduction (Metodo per la riduzione dello Stress basato sulla consapevolezza), parte integrante della medicina comportamentale o mind/body medicine, è stato sviluppato dal Prof. Jon Kabat Zinn alla fine degli anni ’70 presso l’Università di Worcester (Boston) Massachusetts e da allora si è diffuso a livello mondiale.

La mindfulness è una caratteristica umana di base, un modo di imparare a prestare attenzione con saggezza a qualsiasi cosa stia accadendo nella nostra vita che ci permette di sentire una maggiore connessione con la nostra vita interiore e esteriore. La mindfulness è anche una pratica, un metodo sistematico che mira a coltivare chiarezza, intuizione, e comprensione. Nel contesto della propria salute, la mindfulness diventa un mezzo per imparare con l’esperienza a prendersi cura di sé, esplorando e comprendendo l’interazione tra mente e corpo e mobilitando le risorse interiori per far fronte agli eventi, crescere, e guarire.

“Quasi tre decenni di ricerca scientifica negli Stati Uniti, in Europa e, nell’ultimo decennio, anche qui in Italia, commenta Bianca Pescatori  – indicano che partecipare a un percorso di mindfulness può avere un’influenza positiva e spesso profonda sulla capacità dei partecipanti di ridurre i sintomi fisici e il disagio psicologico imparando inoltre a vivere la vita più pienamente”.

Chi può trarne beneficio.

Il Programma di Riduzione dello Stress, è adatto in condizioni di:

Stress–lavoro, scuola, famiglia, malattia, vecchiaia, separazioni, lutti.

Malattie – dolori cronici, fibromialgia, cancro, problemi cardiaci, asma, disturbi gastrointestinali, patologie della pelle e molte problematiche psicosomatiche.

Disagi  psicologici – ansia, panico, depressione, pensieri ossessivi, astenia e disturbi del sonno.

Prevenzione e Benessere – come mantenimento di un equilibrio psicofisico, e come prevenzione imparando a “prendersi cura di sé”.

Quando

Il percorso MBSR si svolgerà in otto incontri dalle 18,00 alle 20,15 ogni giovedì pomeriggio ad iniziare da giovedì 20 aprile

Il webinar verrà registrato quindi in caso di perdita di un incontro sarà possibile recuperalo in differita all’interno della pagina del corso.

Non occorre installare alcun software sul proprio pc o tablet

Per iscrizioni clicca QUI

Per informazioni

Segreteria CISM

Dott.ssa Claudia Rossi

Email: segreteriacentromindfulness@gmail.com

Tel.: 3288028762  (risponde dalle 15 alle 18)

La Mindfulness e Alimentazione

Eating Awareness Training (MB-EAT)

Training di Mindfulness per una Relazione Consapevole con il Cibo

Il training, sviluppato da Jean Kristeller e sostenuto da molti studi di efficacia, si rivolge a coloro che hanno problemi di alimentazione corretta, abitudini alimentari disordinate, soffrono di compulsione all’eccesso di cibo, difficoltà di regolarsi nel mangiare e comunque hanno una relazione difficile e disfunzionale con il cibo.

Succede a tutti noi di mangiare a volte in modo automatico, senza quasi renderci conto di quanto e di cosa stiamo mangiando. E di come lo stiamo facendo. Frettolosamente, chiacchierando con gli amici, a volte addirittura litigando. Oppure semplicemente leggendo qualcosa che ci interessa o guardando la televisione. Quasi sempre comunque prestando molto poca attenzione all’esperienza che stiamo vivendo in relazione cibo.

Ancor di più. Succede a volte che non sappiamo neanche perché stiamo mangiando. Se per necessità del nostro corpo, per abitudine, per gestire lo stress o emozioni difficili, per noia o altro.

Così come può anche accadere che mente e corpo si separino sempre di più e allora mangiare può diventare una azione compulsiva, al di fuori del nostro controllo, obbligata, che trasforma i nostri pasti in un campo di battaglia, tra il bisogno assoluto di divorare cibo in continuazione e quello di evitarlo.

La consapevolezza aiuta a collegare la mente e il corpo, a rallentare per un momento, in contatto con noi stessi, e passare da una indiscriminata azione reattiva e compulsiva ad una azione che sia in sintonia con i nostri bisogni di quel momento particolare.

La consapevolezza può contribuire a portare equilibrio in ogni aspetto dell’esperienza del mangiare. Si tratta di coltivare una combinazione di “saggezza interiore” (consapevolezza di come il nostro corpo e la mente stanno rispondendo), e “la saggezza esteriore” (poterci concedere il cibo “giusto” per soddisfare le nostre esigenze e preferenze personali). 

Mangiare in modo consapevole comporta l’entrare in sintonia con i nostri naturali segnali fisici di fame e sazietà.  Significa poter veramente fare l’esperienza del sapore del cibo, e comprendere quando ne abbiamo abbastanza. 

Significa soprattutto comprendere se mangiamo per fame o per altri bisogni e imparare a dare a ciascun bisogno fisico, psicologico o emotivo la corretta risposta.

In definitiva essere consapevoli, quando mangiamo, è semplicemente un modo potente di metterci in relazione con l’esperienza del corpo e della mente ci nutriamo e con la gioia che da questa esperienza deriva. Per poi poter dedicare, sostenuti dall’energia che una nutrizione corretta ci offre, la nostra attenzione alle tante altre esperienze che la nostra vita ci offre momento dopo momento.

Guarda la videoregistrazione della presentazione del percorso MB EAT 

Gli appuntamenti: